La mia storiaCooperazione, sostenibilità e consumo critico.


Chi è Irene Aprile


Ciao, mi presento: Irene Aprile, nata a Napoli, classe ’88.

Ho sempre sentito un legame molto forte con la mia città. Credo che aver incontrato in età adolescenziale le persone giuste, impegnate e attive ad accogliere le sfide di una città complessa come Napoli, mi abbia indicato la direzione verso cui sarai andata.

Dopo anni di volontariato con la cooperativa sociale La Locomotiva ONLUS, ho scelto di laurearmi in Relazioni Internazionali e Studi Africanisti e specializzarmi in Cooperazione Internazionale allo Sviluppo.

Image

La Tanzania


Durante gli anni universitari, ho trascorso del tempo in Tanzania per approfondire la conoscenza della lingua swahili, viaggiare nel Paese e conoscere da vicino il settore della cooperazione. In particolare, ho seguito un progetto di microcredito realizzato in un villaggio rurale dall’Associazione italiana Sicomoro Onlus: ho affiancato lo staff locale e definito insieme gli strumenti necessari al monitoraggio e alla valutazione del progetto. Il lavoro di ricerca sul campo e analisi è stato l’oggetto della mia tesi magistrale.

Questa esperienza, unica e straordinaria, mi ha fatto riflettere molto sulla cooperazione internazionale, sulle sue difficoltà e contraddizioni e sulle principali sfide. Da appassionata di viaggi, ho deciso di proseguire gli studi approfondendo il tema del Turismo Responsabile per valutare il ruolo del turismo come strumento di cooperazione e solidarietà tra i popoli, in grado di promuovere uno sviluppo più sostenibile.

L' Australia


Non ho mai smesso di sperimentare e di viaggiare. Una lunga esperienza in Australia mi ha aperto a un mondo nuovo e stimolato alla ricerca di nuovi stili di vita e di un senso del benessere e della gratificazione personale molto più genuino. Ho visitato un terra sconfinata, percorso migliaia chilometri alla ricerca di una cultura talvolta nascosta. Ho lavorato nei campi, ho vissuto lo stato di necessità vissuto sulla mia pelle, seppur da migrante fortunata e per scelta.

Credo che parte del mio amore per il viaggio sia motivato da quel forte desiderio che suscita di ritornare a casa.
Image

L' Italia


Tornata in Italia, ho avuto un’ulteriore esperienza lavorativa importante per la mia formazione specifica. Durante il servizio civile presso la sede di Bologna dell’ONG COSPE ONLUS, ho affiancato dei team di progettazione nella scrittura e ricerca di finanziamenti e collaborato attivamente alla realizzazione di iniziative di sensibilizzazione su tematiche sociali importanti, come i diritti umani, la cittadinanza mediterranea, il cambiamento climatico, il turismo responsabile.

L’impegno per la mia città non si è interrotto e ho contribuito a realizzare anche a Napoli il Festival del turismo responsabile “IT.A.CA’ migranti e viaggiatori” in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II.  In particolare, mi sono occupata del coordinamento dei tavoli di lavoro, della gestione della rete locale e progettazione degli eventi.

Image

Imprenditoria sociale


Avvicinatami negli anni al settore dell’imprenditoria sociale, ho deciso un paio di anni fa di ritornare in Campania con il desiderio di iniziare un’impresa personale. Ho avuto la fortuna di condividere buona parte dei miei progetti con il mio compagno di vita e di prendere le scelte più importanti insieme a lui.

Così abbiamo costituito una cooperativa di commercio equo e solidale a Salerno e gestito una bottega del commercio equo e solidale e un eco-ristorante. La nostra idea era di creare un punto di riferimento per il consumo critico nel suo senso più ampio, che sensibilizzasse e guidasse le persone verso scelte responsabili, dalla marca del caffè alla meta delle vacanze. Abbiamo organizzato eventi, incontri di lettura, presentazioni di progetti, concerti e pièce teatrali, accompagnandoli sempre con bevande e pietanze a km 0 e fair trade.

L’esperienza è durata poco, forse meno di quanto sperassi, ma è stata significativa, oltre che divertente.

Sicuramente mi ha ricordato l’importanza delle reti e della condivisione di valori e obiettivi prima che ancora che di progettualità.

Image

“Cooperazione, sostenibilità e consumo critico sono le mie parole chiave che definiscono la mia vision come persona e professionista.”

Irene Aprile

Vuoi contattarmi?

Clicca su "Contattami" e completa il form 😊